neve e primavera

Vai, ora, guarda questo mondo infinito
intorno a te, poi voltati a guardarmi
Non ci sono chiavi alla tua porta,
tranne quella che tu immagini sia lì
Vola, trova i tuoi sogni, costruisci una città di parole scintillanti
non ci sono mura per la tua anima, né fine alla strada, se vuoi
E io ti aspetterò, rimarrò qui
Sei una farfalla troppo bella
per perdere il momento in cui cominci a volare

Tutto il mondo va in pezzi,
e tu sai come ci si sente a cadere nel buio
eppure continui a ripetere le parole di un incantesimo
e continui ad andare avanti
Quando piangi, quando perdi
tu credi che ci sia ancora una luce, da qualche parte,
come c'è speranza nelle mani di un inverno
Tu sai qual è il nome della tua primavera

Vai, continua a raccontare le tue storie
c’è uno spettro nelle stanze di una casa antica
e la neve, e il freddo, e i ricordi infranti che non se ne vanno
Dimmi, se fossi stata tu, saresti caduta nelle spire del suo incubo?
Se tu fossi in un racconto, con una parola sola riscriveresti la fine
E io starò ad ascoltare
La sofferenza è con te ogni volta che parliamo
ma tu le dai il benvenuto e continui ad andare avanti

Milioni di promesse, le nostre voci sono promesse
e sono nel mio cuore: non ti mentirò
Mostra a tutti il volto di un sogno senza misura,
un canto nel buio, la tua neve e la tua primavera